ItalianoEnglish

ItalianoEnglish

Portale Fornitori
Portale Dipendenti
Portale Clienti

© La Lucente SpA. All Rights Reserved

La Lucente SpA vince la seconda edizione del premio Apulian Sustainable Innovation Award, promosso da Confindustria Puglia

La Lucente SpA vince la seconda edizione del premio Apulian Sustainable Innovation Award, promosso da Confindustria Puglia

La Lucente SpA si è aggiudicata l’Apulian Sustainable Innovation Award 2022 per la “Migliore iniziativa ambientale e sociale dell’anno” con il Progetto di Educazione Ambientale per bambini “Laboratori di riciclo creativo – Villaggio di Babbo Natale, Bari 2021.

Il premio, alla sua seconda edizione, è promosso da Confindustria Puglia con la collaborazione di Legambiente PugliaCnrFederchimicaUniversità degli Studi di Bari-Dipartimento di ChimicaArpa Puglia e Dipar (Distretto Produttivo dell’Ambiente e del Riutilizzo) e mira a valorizzare le imprese pugliesi che hanno saputo cogliere le sfide ambientali come opportunità di sviluppo economico e sociale, contribuendo all’aumento della diffusione di buone pratiche orientate allo sviluppo sostenibile, in linea con l’Agenda 2030.

Il Progetto di Educazione Ambientale per bambini “Laboratori di riciclo creativo – Villaggio di Natale, Bari 2021” è stata un’iniziativa realizzata da La Lucente SpA, in collaborazione con Cube Comunicazione e l’Associazione Culturale Leggere Coccole, nell’ambito delle Celebrazioni del Centenario della Società che vedono tra le attività programmate, iniziative per diffondere la cultura della crescita sostenibile.

In particolare, il progetto di educazione ambientale ha visto l’organizzazione di otto attività laboratoriali rivolte ai bimbi dai 3 agli 8 anni della Città di Bari, con il coinvolgimento dei figli dei dipendenti dell’azienda e dei bambini della propria comunità di riferimento, con l’obiettivo di guidare i più piccoli in un percorso di avvicinamento ludico e interattivo al rispetto e della conservazione dell’ambiente.

I parametri di riferimento e target degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 identificabili nell’iniziativa sono stati i seguenti:

Obiettivo 11. Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili, con particolare attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale negativo pro-capite delle città, della qualità dell’aria e della gestione dei rifiuti urbani e di altri rifiuti.

Obiettivo 12. Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo, con particolare attenzione a raggiungere la gestione sostenibile e l’utilizzo efficiente delle risorse naturali; ridurre in modo sostanziale la produzione di rifiuti attraverso la prevenzione, la riduzione, il riciclo e il riutilizzo; accertarsi che tutte le persone, in ogni parte del mondo, abbiano le informazioni rilevanti e la giusta consapevolezza dello sviluppo sostenibile e di uno stile di vita in armonia con la natura.

Obiettivo 13. Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico, con particolare attenzione a migliorare l’istruzione, la sensibilizzazione e la capacità umana e istituzionale per quanto riguarda la mitigazione del cambiamento climatico, l’adattamento, la riduzione dell’impatto e l’allerta tempestiva.

L’azienda barese, la più longeva tra le realtà italiane attive nel settore del Global Service e Facility Management, riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico come Marchio Storico d’Interesse Nazionale, ha infatti deciso d’inserire le attività laboratoriali nella cornice del “Villaggio di Babbo Natale” durante la manifestazioni natalizie organizzate dal Comune di Bari, coinvolgendo i bambini, sin dalla più tenera età, con l’obiettivo di trasmettere loro attraverso il gioco, i preziosi concetti di uno stile di vita rispettoso dell’ambiente e delle risorse, insegnando le buone pratiche per ridurre i rifiuti e limitare i consumi, ma anche sviluppare l’amore e il rispetto per l’ambiente.

Il Presidente di Confindustria Puglia, Sergio Fontana, ha sottolineato:” Questo premio rappresenta un’opportunità per celebrare le innovazioni eccellenti del territorio pugliese e rendere la sostenibilità la leva principale di cambiamento per un futuro più efficiente, equo e sicuro. Un importante riconoscimento destinato a tutte quelle innovazioni che dimostrano di contribuire a significative riduzioni degli impatti ambientali e che si segnalano per originalità, replicabilità e potenzialità del progetto.”

Le attivitàsono state ideate e messe in atto dall’Associazione Culturale Leggere Coccole, con professionisti che si occupano di educazione e formazione dell’infanzia, attraverso una serie di attività ludico-educative sui temi del green e della sostenibilità come il risparmio delle risorse, l’economia circolare, il riciclo e l’impronta ecologica.

Il progetto, avviato a fine dicembre 2021- inizio gennaio 2022, è stato comunicato da La Lucente SpA tramite i canali on line ufficiali (sito e social network) e diramato ai media con comunicato stampa. L’iniziativa è stata notiziata da diverse testate giornalistiche.

“Siamo felici di questo riconoscimento, – ha sottolineato l’avv. Francesco Ressa, Consigliere de La Lucente SpA, – attribuito alla nostra società in un momento speciale per noi: l’anno in cui ricorrono le celebrazioni del nostro centenario di ininterrotta attività. Siamo al lavoro con grande focus sui temi della RSI e questo si traduce in scelte strategiche capaci di incidere sui piani dell’organizzazione nel breve e medio periodo e di produrre valore, nell’ottica di un percorso di sostenibilità come via maestra per il conseguimento di obiettivi e traguardi futuri.

In quest’ottica, la società è in procinto di pubblicare il suo primo Integrated Annual Report (IAR). L’IAR 2021 rappresenta la naturale prosecuzione di un percorso virtuoso che ha sempre contraddistinto la società, le cui attività hanno tenuto in considerazione con costanza la necessità di operare attraverso un modello di sviluppo etico e sostenibile.

Inoltre, la scelta trova origine anche nella volontà di convergere verso un sistema di reporting evoluto in grado di favorire la piena integrazione tra l’informativa finanziaria ed i principali indicatori ESG di interesse per la Lucente e i suoi stakeholder.

Leggi la rassegna stampa

1024 768 La Lucente S.p.A.