La Lucente Spa diviene il case study in sostenibilità per gli studenti dell’Università Lum

Nell’ambito della Laurea Magistrale in Economia e Management erogata dallUniversità Lum Jean Monnet, La Lucente Spa diviene l’azienda case study per il corso di Global Corporate Sustainability. L’insegnamento, previsto nel II semestre dell’a.a. 2020/2021, è tenuto dal Prof. Angelo Russo e dalla Prof.ssaRosamartina Schena e si propone di trasferire agli studenti le nozioni fondamentali per la formulazione di una strategia d’impresa orientata alla sostenibilità del business.

Il programma di studio prevede lezioni frontali svolte dai due docenti in modo coordinato su tematiche quali: mappatura degli stakeholder, analisi di materialità, reportistica non-finanziaria (bilanci di sostenibilità), gestione della filiera in chiave sostenibile, finanza sostenibile, climate change e green marketing. I frequentati, chiamati ad elaborare un project work, a fine corso presenteranno ed esporranno un piano strategico di sostenibilità per La Lucente Spa, argomentando in merito alla effettiva capacità di una strategia e una rendicontazione dell’impatto economico, sociale e ambientale dell’impresa che si orienta alla sostenibilità. Per i più meritevoli La Lucente Spa offre l’opportunità di un tirocinio formativo in azienda.

“La Lucente Spa è fortemente interessata a supportare la formazione di alto livello in tema di sostenibilità – ha dichiarato il CEO Angelo Volpe. – Siamo consapevoli del ruolo centrale della corporate sustainability e di come questa consenta all’impresa di orientare la propria strategia, tenendo in dovuto conto l’impatto non solo economico, ma anche ambientale e sociale del proprio business. La Lucente – continua – in occasione del corso, s’impegna ad offrire un supporto informativo per rispondere agli eventuali quesiti da parte dei gruppi di lavoro per consentire un pieno contatto degli studenti con la concreta operatività dell’azienda che, già da tempo, ha adattato i suoi processi in ottica sostenibile ed intende completare nel 2022, anno del suo centenario, il primo bilancio di sostenibilità.”